Centro Diurno Minori

Centro Diurno Minori

TEAK ASSO

Inserito nel Presidio di Comunità Terapeutiche di Asso, Il Centro Diurno “Teak”si occupa di prevenzione, diagnosi e intervento per minori con disturbo da deficit di attenzione-iperattività, difficoltà scolastiche e disturbi associati dell’età evolutiva. Vengono trattati i seguenti disturbi:

  •  oppositivo – provocatorio
  • di linguaggio
  • generalizzato dello sviluppo
  • dell’apprendimento
  • ansioso – depressivo

Educatori Professionali favoriscono il supporto psico-educativo in ambito familiare e scolastico, la formazione e l’informazione relative a tali problematiche.

Il Centro si avvale di figure professionali coadiuvate dalla presenza di uno psicologo. La proposta di inserimento nel Centro Diurno viene formulata dalla UONPIA (Unità Operativa di NeuroPsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza) del territorio e condivisa con il Servizio Sociale comunale, attraverso una valutazione clinica e sociale del soggetto e della sua famiglia, necessaria a delineare il percorso terapeutico prospettato. La UONPIA invia la proposta di inserimento alla ASL e alla Direzione del Presidio. Il Nucleo di Valutazione del Centro Diurno, formato da Responsabile Educativa del Centro psicologo, effettua un colloquio di prima consulenza con i Servizi invianti, in cui viene valutata l’appropriatezza dell’inserimento, stabilendo se le opportunità terapeutiche offerte dal Centro Diurno sono quelle più idonee alle necessità del minore. Sulla base della valutazione effettuata, la Direzione del Presidio risponde al Servizio inviante e alla ASL in merito all’ammissibilità o meno del caso; in mancanza di disponibilità immediata di posto, la richiesta viene inserito in lista d’attesa mentre, accertata la disponibilità di posto, si attivano le procedure amministrative necessarie per formalizzare l’inserimento.

SERVIZI

L’accesso alla struttura è per un massimo di dieci minori.  La presa in carico del minore viene effettuata dagli Educatori Professionali del Centro Diurno, che hanno il compito di coordinare ed attuare gli interventi secondo un percorso di cura e assistenza che si articola nelle seguenti fasi:

  •  colloquio anamnestico con il minore e/o genitori del minore;
  •  definizione del livello di funzionamento cognitivo ed adattivo nei principali ambiti di vita;
  •  Individuazione delle competenze o aree deficitarie nei settori cognitivo, emotivo ed adattivo;
  •  proposta di intervento con definizione della tipologia, della modalità e della tempistica, in accordo con la UONPIA e i Servizi Sociali;
  •  rivalutazione mensile o trimestrale dell’intervento in merito ai risultati raggiunti in itinere;
  •  eventuale ridefinizione dell’intervento.

Il lavoro svolto nel Centro Diurno viene annualmente verificato attraverso un’analisi volta a valutare la bontà delle metodologie e degli interventi applicati.

davideCentro Diurno Minori