Ultime News

Arte in mostra al CD di Fagnano Olona

No comments

Venerdì 1 e sabato 2 febbraio presso il Centro Diurno di Fagnano Olona si è tenuta la mostra di opere pittoriche e scultoree frutto del percorso intrapreso ormai da alcuni anni dal gruppo di arteterapia, composto da dodici membri (ospiti ed operatori) e condotto da Roberta Cerini.

La nostra arteterapeuta è una professionista con formazione GdL, orientamento che promuove la Globalità dei Linguaggi espressivi oltre quello più strettamente artistico, quali ad esempio i gesti, il movimento, l’uso della voce…

Le opere sono state esposte presso alcuni locali del Centro Diurno.

All’ingresso è stata posizionata un’installazione interattiva, rappresentata da un lenzuolo su cui è stato disegnato un labirinto che prevedeva la possibilità di scegliere il percorso da intraprendere ed ogni tappa era stata proposta dai singoli membri del gruppo.

Nel corridoio sono state appese delle pitture a tecniche miste: alcune, rappresentanti delle farfalle che sono simbolo di trasformazione e cambiamento, erano caratterizzate da un forte impatto cromatico. In fondo sono invece state posizionate opere eseguite in bianco e nero con colori a olio. All’ingresso di un’altra sala erano appesi gli autoritratti degli espositori realizzati su tavolette di compensato con fili tessili e chiodi. Nello stesso ambiente gli artisti hanno appeso i propri lavori individuali. Ha colpito parecchio una sfera appesa al soffitto rappresentante un mondo frenetico, ricoperto di stoffa cangiante a cui sono stati applicati minuscoli personaggi in plastica. Altra opera scenografica, questa volta realizzata da tutto il gruppo, rappresentava una grande ragnatela rosa con al centro due ragni neri le cui zampe contenevano delle parole evocative.

Roberta ha raccontato il tema su cui il gruppo ha lavorato nell’ultimo anno, cui molti lavori erano stati ispirati: quello delle trame, degli intrecci, dei nodi e delle relazioni. Ha descritto brevemente l’andamento degli incontri, in cui si sono alternati da momenti di produzione ad altri di condivisione. Ha parlato dell’improvvisazione, della sperimentazione di varie tecniche e dell’uso di vari materiali, dell’errore creativo e della sua conseguente gestione, per qualcuno più semplice, per qualcuno più complessa.

Gli artisti stessi, presenti durante l’esposizione, hanno avuto l’opportunità di descrivere i propri lavori, di rispondere alle domande dei presenti e di ricevere i complimenti dei visitatori.

La mostra ha rappresentato una sorta di prova espositiva generale.

Nonostante la scarsa pubblicità e le condizioni meteo avverse si è registrata una buona affluenza di pubblico. L’idea di rinnovare l’esposizione per il futuro è stata confermata da diverse richieste dai presenti alla mostra.

Elena Tambini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *