Ultime News

“Le radici della nostra storia”

No comments

Festa della Famiglia – 17 giugno 2018 – Istituto Nidasio Galetti – Arosio

 

Come ogni anno ci siamo ritrovati a giugno per festeggiare S. Emilia, fondatrice delle nostre suore Giuseppine, con tutte le famiglie delle signore ospiti della nostra Rsa.

Quest’anno il tema della festa era “Le radici della nostra storia” , prendendo spunto dal lavoro che anche noi operatori abbiamo fatto sulle origini della Cooperativa.

Conoscere le proprie radici è importante, sapere da dove veniamo e farne memoria ci rende più forti e sicuri. Così abbiamo costruito un albero dove ognuno (parenti , ospiti, operatori, volontari, suore) ha potuto mettere le foto della propria famiglia presente o passata, intorno a S. Emilia, per ricordarci che anche la nostra Casa è una Grande Famiglia, dove ognuno partecipa con le proprie storie e le proprie radici.

La Festa è iniziata con la S. Messa presieduta da don Angelo G., che ci ha ricordato l’importanza di avere delle radici e come anche la nostra Casa ha una storia ben precisa che affonda le sue radici nella vita di S. Emilia de Vialar.

E’ seguito un momento di divertimento con musica dal vivo insieme al nostro amico Marco A., che ci ha intrattenuto con brani anni ’70-’80. E’ stato bello cantare e ballare insieme, alcuni operatori con alcuni parenti si sono coinvolti nei balli, ma anche alcune signore, le più audaci, si sono lanciate in un tango suonato dal nostro amico Marco!

Non è mancata anche un abbondante merenda con bevande, cibi salati e dolci preparati dalla cuoca Adriana e il suo staff!

E’ stata una giornata vissuta serenamente da tutti, grazie anche al tempo che ci ha permesso di godere del nostro giardino.

Alla fine abbiamo salutato i partecipanti, lasciando loro questa frase:

“La famiglia è come un piccolo albero appena piantato: deve essere innaffiato ogni giorno per crescere e fortificare le radici, per affrontare ed uscire più forte dalle tempeste” .

Arrivederci alla prossima!

Elena Tambini“Le radici della nostra storia”

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *